Skip to main content

Lughnasa, festa della madre del grano

Estate, sole, raggi di sole: un periodo pieno di energia. Anche se quest’anno abbiamo dovuto un po’ rallentare, rimaniamo comunque attivi. Ci godiamo l’estate al massimo ed esploriamo la nostra patria. Stiamo riscoprendo siti sacri come vecchi tempi o tumuli dell’età dei nostri antenati. Ricordiamo anche antiche virtù, usanze locali e feste. Così abbiamo festeggiato l’inizio dell’estate circa 7 settimane fa con un magico solstizio di fuoco. La luna piena di domani segnerà la prima festa del raccolto celtica chiamata Lughnasa. Sebbene questo festival sia ora associato al dio del fuoco Loki (Loptr), lo sfondo originale è leggermente diverso. 10.500 anni fa, le stelle brillavano in modo diverso rispetto a oggi … noi donne sagge governavamo i nostri piccoli villaggi e uomini, donne, bambini e anziani vivevano in pace e armonia l’uno con l’altro. Naturalmente, la santità della natura veniva onorata. In questo modo alla Madre del Mais sono stati mostrati onore, grande rispetto e le offerte appropriate con ogni semina e raccolto. Si lavorava e viveva in armonia con la natura e in reciproca consultazione con la Grande Dea – che si mostra a noi in questi giorni come una madre del grano con la falce. Oggi, tuttavia, dobbiamo vedere come vengono trattati male i loro territori sacri. Tuttavia riconosciamo ancora la bellezza e la grazia, la natura selvaggia e l`autocontrollo della madre del mais. I suoi bei capelli rosso-oro, il campo di mais con cui gioca il vento, il campo di grano che ondeggia con le correnti d’aria. La criniera rosso-oro la cui falciatura ci porta il pane. Con la falce in mano, taglia il filo, conosciuta anche come la mietitrice, Sif, Baba Yaga o Mati Syra Zemlya, taglia ciò che deve essere separato e tagliato. Alla luna piena vogliamo fare un’offerta come segno che rispettiamo la Grande Madre del Mais. Grande Madre del Mais, accetta queste offerte dalle mani di coloro che si sono riuniti sulla Vecchia Via di loro spontanea volontà e ci accolgono sempre nelle tue foreste, campi, prati e altre aree: nutrici e provvedi a noi! Salutiamo tutti gli amici e i lettori di eheleite.com – godetevi i giorni di mezza estate e guardate allegramente verso l’autunno dorato all’orizzonte!

Immagini della festa della dea del grano